Per le strade di Cosenza vecchia…

… e sul ponte della discordia

L’escursione di questa settimana ci ha portato nel cuore di Cosenza, nelle piccole viuzze del centro storico e dentro imponenti e importanti edifici della Città.

Ci siamo tenuti a debita distanza dalle zone più “commerciali” e moderne preferendo catturare qualche bello scorcio dentro uno di quei quartieri antichi che hanno così tante cose da raccontare.

Il nostro “giro fotografico” è iniziato dall’imponente Castello Normanno, da cui abbiamo ammirato tutti i rioni della Città e dove abbiamo scattato delle bellissime panoramiche come la foto di copertina.

Subito dopo, ci siamo spostati verso il cuore di Cosenza vecchia, per fare un po’ di street photography sfruttando il magico sfondo degli antichi palazzi che caratterizzano l’intera zona.

Quindi, dopo aver visto il Duomo, il Palazzo del Governo e tutti gli altri edifici storici che si trovano nelle vicinanze abbiamo concluso la nostra visita della  facendo qualche scatto al modernissimo Ponte di Calatrava.

Su questo ponte ci sarebbe molto da dire… Molti cosentini che abbiamo incontrato in giro per le vide del centro storico lo hanno definito come “ponte della discordia” per il fatto che – secondo loro – sono stati spesi tanti soldi per la costruzione di un opera (che ancora comunque non del tutto completata) che non mette in comunicazione nulla, o meglio Cosenza con la campagna, invece di destinarli  per costruire le case dei tanti cittadini che sono costretti a vivere dentro abitazioni pericolanti.

Noi non vogliamo entrare nel merito della questione ma ci siamo limitati a fotografare.  E’ se dobbiamo dirla tutta abbiamo anche incontrato gente che apprezzava l’opera.

Noi durante la nostra passeggiata fotografica abbiamo visto palazzi crepati (combinati veramente male) ma pure tanta gente (soprattutto famiglie con bambini) che andava avanti e indietro sopra il ponte fermandosi ogni tanto per fare qualche fotografia.

In conclusione, Cosenza vecchia è stata una bella scoperta. Ci è piaciuta specie per i suoi colori, quelli tipici di un centro storico, ma anche per quello stile così particolare che gli da carattere e lo rendono un quartiere diverso da tutte le altre zone della città. Va curato di più…

Ci ritorneremo? Sicuramente si ma con dei modelli per fare dei bellissimi ritratti in posa sfruttando l’atmosfera unica che regala il centro storico.

Articolo, foto di copertina e foto sopra di  Giuseppe Tripodi

Nei prossimi giorni, in questa pagina, pubblicheremo tutte le altre fotografie scattate durante l’escursione dai nostri associati.

Foto sopra di  Jessica Tripodina

Foto sopra di Domenico Timpano

Foto sopra di Antonio Sorace

Foto sopra di Maria Teresa Dalbis

Foto sopra di Lorenzo Biagetti

Seguici nelle nostre pagine sociali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *